La primavera delle coscienze

Il 21 marzo si celebrano le vittime innocenti delle mafie …e se noi dinanzi a certi eventi non possiamo fare altro, abbiamo il dovere sociale di non rimanere inermi, ma di fare memoria affinché l’uccisione di tanti giovani della nostra terra non rimanga un sacrificio inutile.

Il 21 marzo non è scelto a caso, è il giorno di inizio di primavera, che possa essere una rinascita per tutti noi, una vera primavera delle coscienze, dove fenomeni sociali come la violenza, illegalità e corruzione, vanno necessariamente conosciuti per poterli, poi, contrastare.

La conoscenza passa per la cultura ed è’ questo l’intento di “Voci di donne”, un cammino contro la violenza iniziato alcuni mesi fa. E la Proloco di Cicciano, in sinergia con le associazioni “Criminalt” e “Passo a passo accanto a te”, in questa giornata hanno voluto fare educazione alla legalità con il saggio “il cancro della corruzione” del colonnello Claudio Mungivera.

Tra gli interventi ringraziamo Antonietta Trinchese vicepresidente della Proloco, Lucio Barbato avvocato penalista del foro di Nola, l’autore del saggio “il cancro della corruzione” ten. col. Claudio Mungivera, la criminologa dott.ssa Mariarosaria Alfieri.

  • testi: dott.ssa Mariarosaria Alfieri
  • foto: Pino Galasso fotografo